Menu
Prodotti Esperienza
Teamfoto_BORA_hansgrohe_2020.jpg bora-com_Header_Cycling-Team_2048x3639px_mobile.jpg

TEAM BORA-HANSGROHE

Corriamo in bicicletta per la cooking revolution

Sempre al top anche nel ciclismo

L'innovativa azienda BORA continua con coerenza il suo percorso d'impegno nei confronti del ciclismo intrapreso nel 2015. La squadra BORA – hansgrohe ha conquistato nel 2019 un altro posto verso la vetta diventando la seconda squadra più forte del UCI WorldTour. Questo risultato è stato possibile grazie a 47 incredibili vittorie stagionali e a numerosi altri posti sul podio, come ad esempio i successi in tutte le grandi corse nazionali e le fantastiche esperienze in tutte le Classiche come la Liegi-Bastogne-Liegi che ha visto ben due nostri corridori sul podio. Tra i momenti clou della stagione possiamo anche annoverare la vittoria nella classifica punti al Giro d'Italia ad opera di Pascal Ackermann e quella nel Tour de France da parte di Peter Sagan. L'atleta slovacco ha quindi potuto indossare per la settima volta, come nessun altro prima di lui, la maglia verde come vincitore della classifica a punti. La grande sensazione è stata però tuttavia l'incredibile 4° posto nella classifica generale del giovane atleta tedesco Emanuel Buchmann al Tour de France che ha entusiasmato molti appassionati delle due ruote non soltanto in Germania.
Ancora una volta è apparso evidente lo straordinario sviluppo nella scorsa stagione dell'intero team intorno alla star Peter Sagan perché i successi sono condivisi da tanti ciclisti ormai tra i migliori del mondo.  Si ha buon motivo per sperare che BORA – hansgrohe anche nella stagione 2020 avrà in serbo nuove e fantastiche imprese. A tal fine Ralph Denk ha messo in piedi una squadra davvero fortissima. I nuovi arrivati come Lennard Kämna, che ha già dimostrato la sua forza nel Tour de France, e l'italiano Matteo Fabbro offriranno ancora maggiore supporto in montagna ai corridori di Classifica generale intorno ad Emanuel Buchman. L'olandese Ide Schelling, l'estone Martin Laas e l'austriaco Patrick Gamper rinforzeranno la squadra soprattutto nelle grandi Classiche, nelle corse di un giorno e nelle tappe di velocità.

Oltre alla passione condivisa dal fondatore di BORA Willi Bruckbauer per il ciclismo questo impegno ha anche una componente strategica piuttosto importante. BORA ha scelto un tipo di sponsorizzazione che si adatta sotto ogni aspetto all'azienda e che contribuisce pienamente alla realizzazione dei suoi obiettivi di marketing. Il valore pubblicitario raggiunto con il ciclismo e le politiche di attivazione di accompagnamento hanno fatto registrare un significativo aumento della notorietà del marchio negli anni passati, soprattutto a livello internazionale, perché ormai BORA è presente in oltre 50 paesi. 27 ciclisti professionisti provenienti da 9 paesi supportano questa missione. E il successo ci dà ragione perché BORA nei paesi appassionati di ciclismo in modo decisamente cresce meglio e più velocemente rispetto ad altri.

Willi Bruckbauer lo riassume così: "Uniamo ciò che è destinato a stare insieme: sport, salute, cosmopolitismo, spirito di squadra, ambizione ed energia. Tutti elementi che appartengono al DNA di BORA. È incredibile quante persone in tutto il mondo siamo state in grado di entusiasmare per il ciclismo grazie al nostro impegno! Anche i ragazzi della squadra di ciclismo fanno parte in un certo modo della famiglia BORA. Da loro partono enormi impulsi che si riflettono sui nostri collaboratori e sui nostri partner commerciali. La squadra intorno a Peter Sagan è per noi una perfetta ambasciatrice per far conoscere a tutti la nostra rivoluzione."

BORA Kitchen Talks

Erik Baška parla del peggior momento nella sua carriera ciclistica
Jay McCarthy parla del lavoro che avrebbe fatto se non fosse diventato un ciclista
Pascal Ackermann parla della sua peggiore esperienza lavorativa
Chi realizza le migliori storie Instagram?
Il più grande errore di Marcus Burghardt durante la corsa
La corsa preferita di Patrick Konrad
La corsa preferita di Gregor Mühlberger
La peggiore abitudine di Felix Großschartner
L'errore peggiore di Lukas Pöstlberger
Le corse preferite di Peter Sagan
La corsa preferita di Erik Baška
Ackermann e Schwarzmann: il loro secondo sport preferito

Scopri di più sulla squadra – notizie, resoconti di gara e video

Scopri ora

Cookies per l’analisi delle visite al Sito web e delle strategie di marketing.

Continuando a utilizzare il presente Sito, acconsentite all’impiego di tali cookies. Informazioni sui cookies e sulle modalità di opposizione al loro uso.