Menu

Prodotti

BORA Vivere

Azienda

Assistenza

Ordina il catalogo

I tuoi dati

Ordina ora gratuitamente la nostra rivista BORA con tante informazioni sui nostri sistemi di cucina ed entusiasmanti storie sul mondo di BORA.
NB: I campi contrassegnati da * sono campi obbligatori
BORA Vivere

BORA Vivere

Prodotti

Prodotti

Più prospettiva per cuoco e ospite

Più prospettiva per cuoco e ospite

From interior design journalist Barbara Friedrich

Più prospettiva per cuoco e ospite

Senza una cappa aspirante tradizionale sopra il piano cottura, la cucina è semplicemente più comoda. Ma ci sono altri benefici per i senza-cappa. Dichiara la giornalista residenziale e di design Barbara Friedrich.
Per anni, la tendenza è andata verso la cucina casalinga. Con isola di cottura e sala da pranzo adiacente. Con un lungo tavolo, preferibilmente in legno. E anche l’accogliente panca d’angolo celebra un grande ritorno. Anche i moderni produttori di mobili imbottiti lo riconoscono.


Le pareti non sono più piene di armadi a muro. L’armadio antico ereditato si inserisce nell’altrimenti fresco ambiente della cucina. O la vetrinetta con la porcellana Meissen della nonna. Il costoso armadietto del vino non è ovviamente rivestito con il frontale della cucina, ma mette in mostra il suo prezioso contenuto. E a volte c’è una scultura o un’immagine a decorazione dell’area della cucina.

La cucina aperta con isola di cottura è già popolare perché promuove la voglia di cucinare, divertirsi, intrattenere gli ospiti. Chi vuole lavorare con la faccia contro il muro e sbattere la testa contro una cappa aspirante mentre la famiglia e gli ospiti ti guardano cucinare? Abbiamo ideato così una grande “cucina-abitabile”. E installato una cappa aspirante sul piano cottura sull’isola. Uno strumento high-tech in acciaio inox. Il migliore sul mercato. Ha detto il designer della cucina. Era circa otto anni fa. Il potente e forte aspiratore è appeso, secondo i regolamenti, 75 centimetri sopra il piano cottura. Nessun problema per me e mio marito. Non siamo giganti. Ma adoriamo cucinare con gli amici. E abbiamo un amico che è alto 192 centimetri. La supera di tutta la testa, quindi deve sempre piegare il collo. L’alternativa, che (inoltre) impedisce che questo succeda, non era nota né al designer della cucina né a noi fino alla fine del 2008. Sfortunatamente, il sistema di aspirazione dal basso sul piano cottura non era molto conosciuto. Soprattutto non in Piemonte, dove nella cucina della nostra seconda casa è appesa una classica cappa in acciaio inossidabile sopra il piano cottura. Il nostro mostro fa parecchio rumore mentre aspira gli odori, che a volte si lascia scappare, e questi si diffondono nella tromba delle scale aperta. E guai se le porte delle camere non sono chiuse. Di notte abbiamo ancora nel naso il profumo del delizioso cosciotto d’agnello, dell’ossobuco alla milanese salato o del merluzzo al vapore. Ora conviviamo con la cappa. Ma in realtà è logico che a 75 centimetri di distanza da teglie, padelle e pentole, la cappa di aspirazione di vapore e fumo possa lasciar scappare gli odori rispetto ad un sistema di aspirazione laterale, che, secondo il principio della meccanica dei fluidi, inghiotte il vapore di cottura nel punto in cui ha origine e lo guida “subito” in un sistema di filtraggio sotto la superficie di cottura. Pulire sembra anche più facile e veloce, piuttosto che sollevare le varie parti delle piastre del filtro della cappa. Con l’aiuto di una scala, ovviamente, con il rischio di incidenti.

Ma questi sono aspetti funzionali che qui non voglio sopravvalutare. Altrimenti direte di nuovo: “tipicamente tedesco”. Sempre solo il motto “La forma segue la funzione” nella testa. Sebbene: proprio questa funzione di estrazione consente una libertà formale per l’architettura e l’interior design della cucina. Così va tutto a vantaggio del rispettivo stile di arredamento, dei frontali nobili e delle superfici di lavoro, in cui si investe finalmente una somma considerevole. E ovviamente anche della decorazione personale. La vista non è distratta dalla dominante cappa in acciaio inox. Il sistema di aspirazione, quasi invisibile nella superficie di lavoro, consente una panoramica completa, che rende la cucina sempre più grande. E dove il soffitto sopra il piano cottura rimane senza luce, si possono appendere delle luci chic e funzionali, nonché decorative.

È bello intrattenersi con gli ospiti all’isola della cucina per un aperitivo. Tanto meglio, se non c’è alcuna cappa montata sul soffitto a disturbare le conversazioni (e le teste).

Informazioni

Barbara Friedrich, dal 1999 al 2016 caporedattrice e più recentemente editore di A&W Architektur&Wohnen, conosce l’industria residenziale e del design da oltremn 30 anni. È una scrittrice, presentatrice e impegnata in molte giurie di design.

Foto della cucina: Josefine Unterhauser

Foto di B. Friedrich: Giovanni Castel

Galleria immagini

Condividi

Architettura e cucina

BORA INSIDE

BORA INSIDE

Popup Picture
Convincetevi sul posto
Trova il rivenditore

Cookies per l’analisi delle visite al Sito web e delle strategie di marketing.

Continuando a utilizzare il presente Sito, acconsentite all’impiego di tali cookies. Informazioni sui cookies e sulle modalità di opposizione al loro uso.