Menu
Prodotti Esperienza
BORA Revolution Tour

BORA Revolution Tour

Delizie con nuove prospettive

300 giorni, 10 paesi, 23 tappe. Il BORA Revolution Tour 2018 ci ha portato da Lisbona a Dublino passando attraverso tutta l’Europa.

Il tir del Revolution tour ha fatto tappa in grandi città selezionate modificando ogni volta la prospettiva sui punti di maggior interesse die rispettivi paesi: da un’angolazione particolare e grazie all’innovativa tecnologia BORA. Partenza per il tour con un tir e un container da trasporto in vetro modificato e adibito ad event location. Realizzato in stile industriale, combina su una superficie di appena 20 m², ma sfruttata con la massima efficienza, zona cottura, sala da pranzo e sala eventi. Il concetto su cui è basata questa spettacolare e straordinaria tournee: rendere la tecnologia BORA un’esperienza tangibile e indimenticabile. E tutto questo di fronte a un panorama mozzafiato e da un’altezza di tutto rispetto di 30 metri. Il risultato è un’interessante combinazione tra una dimostrazione dal vivo, un viaggio in navicella e una cena prelibata tra amici.
Ciò che è nata nel 2017 come serie di manifestazioni di servizio ha suscitato ben presto l’interesse internazionale ed è diventato un evento prestigioso sempre in grado di stupire. Anche nel suo secondo anno la tournee del ”cubo in vetro“ è stata occasione di grande interesse in molte città. Dovunque si sia fermato il tir BORA ha attirato l’attenzione della gente diventando anche un ambito soggetto fotografico per i partecipanti e per i passanti. Non c’è da meravigliarsi perché, indipendentemente dallo sfondo incantevole e dall’idea insolita su cui si basa questo concetto, sono spettacolari anche alcuni dati di fatto: 40 chili di peso, 19 metri di lunghezza, offre spazio a 16 persone, una cucina altamente tecnologica completamente attrezzata con tre sistemi BORA: e tutto questo ad un’altezza di 30 metri. Dozzine di volte il cubo in vetro è stato sollevato in aria, sono stati consumati centinaia di litri di vino, centinaia di chili di generi alimentari sono stati trasformati dagli chef BORA in gustosi menù di fingerfood tipici di ogni paese, e migliaia di persone hanno potuto convincersi della tecnologia unica e innovativa del sistema di aspirazione per piano cottura BORA.

Il tir BORA ha cominciato il Revolution tour dal punto più a sud. La tournee di quest’anno è partita da Lisbona, all’inizio di marzo, con cucina locale tipica e vista sul famoso ponte ”Ponte 25 de Abril“. Si è proseguito con Torino. Qui per tre giorni oltre 400 ospiti hanno potuto gustare le prelibatezze preparate dagli chef stellati Mariangela Susegana e Giancarlo Morelli insieme al cuoco BORA Luigi Cassago. Cosa si sono trovati nel piatto? Una pietanza non molto tradizionale per l’Italia: l’hamburger. Perché gli hamburger? ”Perché è un piatto che molti non vogliono preparare a casa a causa dell’intenso odore di carne“ spiega lo chef BORA Luigi Cassago. 
Anche gli ospiti erano dapprima un po’ scettici, alla fine però assolutamente entusiasti. Con lo spettacolare panorama delle Alpi e l’ottima compagnia alcuni di loro sono addirittura riusciti a dimenticare di trovarsi in una cucina chiusa con una decina di hamburger che stavano abbrustolendo sulla griglia. Le tappe successive sono state Brema, Potsdam, Dresda, Würzubug, Francoforte e infine Monaco di Baviera. Alla fiera Küchenwohntrends, alla periferia del Theresienwiese, il container sospeso di BORA ha dato il benvenuto ai visitatori della fiera ed è diventato il momento clou in assoluto della manifestazione prima di proseguire la sua tournee in direzione Friedrichshafen.

Non è un’impresa facile scegliere uno dei momenti più significativi di una tournee così spettacolare, ma la tappa di Londra è stato senz’altro un momento particolare. Al Millennium Dome a North Greenwich, a giugno, non solo abbiamo cucinato, ma abbiamo anche presentato un nuovo libro di cucina 10|10. Insieme alla star blogger Melissa Hemsley abbiamo sviluppato ricette moderne e semplici di cui abbiamo offerto ai presenti un assaggio dall’alto del nostro container con vista sulla cabinovia Emirate Air Line. Anche se il tempo non gode di ottima fama nel Regno Unito durante il Revolution Tour si è mostrato dal suo lato migliore. Nelle tappe a Manchester e alla Dun Laoghaire Marina a Dublino i partecipanti sono stati premiati con una visuale chiara per chilometri. Dall’isola il Revolution Tour ha fatto ritorno sulla terra ferma d’Europa. 
Tappe a Rotterdam, al Nordhavn a Copenaghen, in tutta la Germania e l’Austria si sono susseguite prima che il cubo di vetro facesse nuovamente rotta verso sud passando per la Francia. La tournee del tir BORA si è conclusa con un evento svoltosi più o meno dove, all’inizio dell’anno, tutto aveva avuto inizio. Nell’Europa meridionale, più esattamente a Barcellona, il cubo si è innalzato per l’ultima volta a novembre concludendo questa tournee trionfale. Quindi il container-cucina ha fatto ritorno a Raubling, in Baviera, alla sede principale di BORA Lüftungstechnik GmbH per prepararsi a nuove future avventure.

 

Testo: Anna-Lena Wolfarth
Foto: Gillian Buckley, Carlos Dominguez, Ronny Kiaulehn, Rob Leenders, Thomas Ronn, Thorsten Zimmermann

Popup Picture
Controlla i prodotti tu stesso presso i nostri rivenditori
Trova un rivenditore

Cookies per l’analisi delle visite al Sito web e delle strategie di marketing.

Continuando a utilizzare il presente Sito, acconsentite all’impiego di tali cookies. Informazioni sui cookies e sulle modalità di opposizione al loro uso.