La nascita della cucina universale

La nascita della cucina universale

Cosa succede quando un designer tiene un seminario di progetto davanti agli studenti sul tema "la cucina diffusa"? Una cucina che si integra in qualsiasi ambiente, dall'ufficio alla villa di lusso. È quanto è successo all'Università POLI.design di Milano, dove il designer e architetto Aldo Parisotto ha sviluppato insieme agli studenti la "Wing Kitchen" utilizzabile ovunque.

 

I designer Aldo Parisotto e Massimo Formenton hanno già realizzato numerosi prodotti nel loro studio Parisotto+Formenton. Uno di questi è il tavolo "Wing" per True Design concepito per l'ambiente ufficio, ma che si adatta bene, in dimensioni più piccole, come tavolo da pranzo negli spazi domestici. Nel tavolo ovale allungato in legno è stato realizzato un canale stretto al centro del piano in cui possono essere fissati pannelli acustici o lampade da lettura tramite un sistema di fissaggio magnetico, ma in cui anche i cavi dell'alimentazione elettrica scompaiono senza lasciare tracce. Durante un seminario di progetto presso la scuola POLI.design di Milano tenuto dal designer Aldo Parisotto questo tavolo ibrido ha assunto una nuova funzione, quella di una cucina. Era così nata la "Wing Kitchen".

 

Da tavolo a cucina

Anche se è impossibile non notare la somiglianza con il modello originale il design della "Wing Kitchen" è comunque estremamente indipendente. Il piano del tavolo diventa un piano di lavoro. Al posto dei pannelli acustici e delle lampade da scrivania dal centro sporge una sottile mensola con portaspezie. C'è anche la possibilità di creare spazi contenitivi e pensili. L'illuminazione in forma di strisce LED è integrata nel supporto. Lo spazio contenitivo si trova in armadi ariosi e cassetti appesi sotto il piano. Mentre il cibo viene preparato su un lato dell'isola lunga 4,50 m e larga 1,50 m. è possibile gustarlo dal lato opposto del tavolo. Il "lato cottura" con fornelli, lavello, forno e piano di lavoro diventa una cucina completa, il "lato gourmet" con sedie o sgabelli si trasforma in tavolo da pranzo.

Da vecchio edificio a villa Bauhaus

L'idea sviluppata durante la lezione è stata realizzata con il supporto dell'azienda italiana Frigo2000. Gli specialisti realizzatori di squisiti elettrodomestici da cucina hanno abilmente equipaggiato la cucina con elettrodomestici moderni che nulla tolgono alla leggerezza del design Wing. Il piano cottura BORA Basic con aspiratore integrato per piano cottura si inserisce perfettamente nel tavolo. La bocchetta d'entrata nell'edizione speciale "All Black" riprende il design del tavolo da cucina sia nel colore che nella forma, continuando a realizzare un interessante contrasto: linee morbide e curve abbinate a silhouette sottili in stile industriale scuro. Una miscela che assicura un'eleganza senza tempo. In questo modo la cucina a isola si può integrare praticamente in tutti gli ambienti, dai vecchi edifici alle ville Bauhaus, dagli spazi comuni in ufficio alle cucine abitabili.

L'impiego di un aspiratore per piano cottura BORA ha portato alla "Wing Kitchen" non soltanto vantaggi in termini di design, ma anche in termini di funzionalità. Grazie al silenzioso ed efficace aspiratore questa unità cucina può essere utilizzata al tempo stesso sia per cucinare che per mangiare. Nessun rumore o odore spiacevole disturbano la comunicazione e il divertimento sul lato opposto. Un'architettura di cucina che grazie alla sua modularità si adatta perfettamente anche come elemento di collegamento per concetti abitativi aperti.

Informazioni

Partner del progetto: True Design, www.true.it, Frigo2000, www.frigo2000.net, Parisotto+Formenton, www. studioparisottoeformenton.it, POLI.design, www.polidesigninternational.com

BORA Pure piano cottura in vetroceramica con aspiratore per piano cottura integrato – funzionamento filtrante, bocchetta d’entrata All Black

Foto: Wing Kitchen True _ Design Parisotto+Formenton

BORA INSIDE

BORA INSIDE